Diario stoccardese

Domenica 19 aprile 2015:

Finalmente in Germania! Dopo aver preso l’aereo dall’aeroporto di a Bari Palese alle 19:05, siamo arrivati a Baden Baden alle 21:00 circa ed abbiamo trascorso la nostra prima notte in Hotel, cenando con quello che ci eravamo portati dall’Italia.

Lunedì 20 aprile:

Abbiamo lasciato Baden Baden Flughafen destinazione Stoccarda prendendo il bus 205 che ci ha portati alla stazione della cittadina tedesca. Ancora un cambio di mezzo con valigie da tirarsi dietro. Alle 12,00 eravamo finalmente alla Stuttgarter Hauptbahnhof: un cantiere in attività frenetica……A Stoccarda dopo anni di protesta dei contrari alla costruzione della nuova stazione con un referendum del Land Baden Württemberg si è chiusa la questione: Stoccarda avrà una nuova stazione! Gli abitanti di Stoccarda non erano però d’accordo, la maggior parte di loro ha lottato per mantenere il parco cittadino , ora sacrificato per far posto a nuove linee ferroviarie. L’appuntamento con i Tandempartner era per le 13:00 in punto. Ci siamo così fermati un po’ nel verde del parco- cantiere mentre alcuni di noi, insieme alle docenti, cercavano la strada più breve per raggiungere il Katharina Stift. Alle 13: 00 eravamo tutti, comprese le valigie, due a testa, davanti alla mensa del Katharina Stift, lì abbiamo incontrato i nostri amici tedeschi!!!! La scuola è una costruzione del 1815. Sembra un castello dall’esterno, ma dentro è iper moderna. Proprio imponente! Si trova in un parco a due passi dalla Königstraße, corso principale della città, e ad un salto dall’Opera e dalle residenze dei re del Baden Württemberg. Abbiamo pranzato in mensa e,nel pomeriggio, abbiamo fatto un estenuante tour della città che ha richiesto l’impiego delle nostre ultime forze, ma ci ha permesso di conoscere le affascinanti origini di Stoccarda. Alle 18:00 chi aveva un corrispondente rientrava in famiglia mentre gli altri in ostello.

Martedì 21 aprile:

La giornata di Martedì è stata senz’altro impegnativa ma anche molto produttiva e sicuramente divertente. Ci siamo incontrati alle ore 8.00 a scuola per ritrovarci con le nostre docenti e lavorare tutti insieme al nostro progetto. E’ stato un momento particolarmente significativo in cui ognuno ha dato il suo contributo e in cui abbiamo migliorato la nostra capacità di lavorare tutti insieme. Durante il pomeriggio, ci siamo recati a visitare il castello di Ludwigsburg, voluto dal duca di Eberhard Ludwig nel XVIII secolo. E’ considerato uno dei castelli più grandi d’Europa e forse anche il più grande di tutta la Germania. Siamo rimasti impressionati dalla bellezza e dall’eleganza delle sale e dei giardini ma soprattutto dalle sue dimensioni, considerato che, alla fine della visita, eravamo tutti esausti. Ma ne è valsa la pena! La guida era un signore sull’ ottantina, faceva fatica a gestirci, ci ha detto che il nostro gruppo è stato uno dei più frizzanti dei suoi ultimi 35 anni.

Mercoledì 22. aprile:

Giornata interessante e formativa quella di mercoledì 22. Ci siamo incontrati come sempre alle 8:00 a scuola una volta che ci eravamo tutti, ci siamo avviati per raggiungere il centro d’informazione sul lavoro ‘’BIZ” acronimo di Berufsinformationszentrum, eravamo puntuali lì alle 10:00. E’ stato davvero utile questo incontro che ci ha chiarito come funziona questo centro e le possibilità che offre, grazie ad un data-base enorme, oltre che all’uso di postazioni e fascicoli informativi sui lavori nel Land e in tutta la Germania. Dopo aver pranzato con i compagni tedeschi siamo tornati di nuovo a scuola dove dalle ore 14:00 alle ore 16:00 si è tenuto un incontro con tre esperte che ci hanno edotti sui percorsi formativi ed universitari post maturità in Germania. Per tutto il pomeriggio il gruppo italo tedesco è andato alla Frühlingsfest in Wasen, parola sveva, quest’ultima, che sta per Wiese. Ci siamo divertiti tanto e ci siamo immersi nella classica e famosa atmosfera tedesca, quella dei Würstel e della birra, di un’allegria sfrenata. A sera siamo tornati a casa e siamo stati con i nostri corrispondenti……. gli altri in ostello.

Giovedì 23 aprile:

Dopo esserci incontrati come al solito a scuola, alle 8:00 precise, ci siamo recati nell’aula d’ informatica per fare dei lavori di traduzione , il tema era: il Public Speaking. Il tempo è volato, alle 13,15 abbiamo fatto la pausa pranzo, questa volta senza pranzo ma con un panino consumato al volo perché alle 13:50 dovevamo essere a Feuerbach per visitare la Bosch. E’ stata una visita di due ore, molto interessante, che ci ha permesso di conoscere l’importanza del marchio Bosch nel mondo e i vari campi in cui l’azienda opera. Qui abbiamo avuto l’occasione di visitare l’interno dell’azienda per vedere da vicino come si svolge il lavoro. Ci siamo serviti di auricolari per ascoltare la guida che parlava in un microfono. Niente Foto, molta attenzione e scarpe chiuse ! Una volta terminata la visita, alcuni di noi si sono intrattenuti nel parco della Bosch, altri hanno fatto altro, sempre in compagnia dei loro corrispondenti, tornando poi tutti a casa o in ostello.

Venerdì 24 aprile:

Dopo esserci incontrati a scuola abbiamo continuato con i lavori di traduzione e abbiamo cominciato a rispondere ad un questionario sulle attività svolte per il progetto. Nel pomeriggio dopo aver pranzato, dalle 14:00 alle 16:00 abbiamo incontrato due esperte del BBQ. Le due signore ci hanno spiegato le regole base per candidarsi e condurre in maniera appropriata un colloquio di lavoro ed un discorso di presentazione. Ognuno ha lavorato col proprio partner elaborando una piccola presentazione , parte di un “classico” colloquio di lavoro. Tre di noi si sono cimentati davanti ai compagni. Dopo l’incontro eravamo liberi di stare tutti insieme e abbiamo passato il pomeriggio al “Milaneo”; la nuova Biblioteca si trova a Mailanderplatz…..Milano si dice Mailand auf Deutsch………Ci sarà forse un legame?!

Fine della giornata con rientro in famiglia o in ostello.

Sabato 25 Aprile:

È stato il nostro primo giorno libero.

Abbiamo avuto la possibilità di studiare in mattinata con i nostri corrispondenti , e di rivedere insieme i lavori di traduzione svolti nei giorni precedenti.

Abbiamo pranzato in famiglia , e dopo, così come avevamo deciso, abbiamo visitato il Kunstmuseum ( Museo Civico di Arte Contemporanea e Moderna ) di Stoccarda.

Il Kunstmuseum conta oggi di oltre 15 mila opere di arte moderna e contemporanea, comprese quelle della famosa collezione di Otto Dix . Inoltre , a fine mostra , siamo saliti all’ultimo piano vetrato per ammirare il meraviglioso panorama della città. Abbiamo poi raggiunto alcuni dei nostri corrispondenti nella Stadtbibliothek ( biblioteca della città) , e abbiamo colto l’occasione per ammirare ancora la bellissima Stoccarda dal terrazzo della moderna struttura. Infine abbiamo passeggiato per le strade più movimentate e siamo tornati a casa.

Domenica 26 aprile:

Questa giornata era libera e alcuni di noi l’hanno passata con la propria Gastfamilie mentre altri sono usciti per quella che era l’ultima sera insieme prima del giorno della partenza verso Baden Baden. Le professoresse lavoravano in ostello.

Lunedì 27 aprile:

Purtroppo l’ultimo giorno è arrivato ed è un giorno anche importante per le attività pomeridiane in programma. Ci siamo recati come al solito a scuola alle 8:00 portando con noi i bagagli che abbiamo lasciato nella stanza di Fisica. Dopo aver sbrigato gli ultimi dettagli sul progetto e dopo aver terminato di compilare il questionario di valutazione dell’esperienza, abbiamo pranzato e subito dopo siamo ritornati a scuola verso le 12:30 per assistere all’incontro con il professor Gasparro che ci ha presentato le offerte dell’università di Reutlingen ed ha tenuto una lezione sul Multitasking. Ma la parte più importante della giornata è arrivata alle 15:00 quando ci siamo recati tutti in un’ aula dotata di LIM, per incontrare l’ambasciatore italiano in Germania, Pietro Benassi, e presentargli il progetto. Maren, Kaspar, Pierpaolo, Silvia e Valerio hanno parlato e presentato il sito, dove è possibile conoscere “tutto” sul progetto. Nonostante l’ansia , le nostre presentazioni e il progetto stesso hanno riscosso molto successo. E’ stato poi emozionante metterci tutti in cerchio e registrare con la videocamera le impressioni di ognuno su questa fantastica esperienza. Subito dopo siamo andati a prendere il treno ed è arrivato così il triste momento dei saluti. Siamo infine partiti per Baden Baden alle 17:30 e arrivati intorno alle 20:00 trascorrendo la notte in Hotel. Dopo otto giorni di sole comincia a diluviare.

Martedì 28 aprile:

Sveglia presto per tutto il gruppo che si è presentato puntuale in aeroporto e che ha abbandonato la Germania alle 9:50. Ma per alcuni, si tratta solo di un arrivederci.

Arrivederci verde ed operosa Germania.